Visualizzare statistiche di singole pagine su Google Analytics

Icona Google Analytics - Palmonts Agency

Visualizzare statistiche di singole pagine su Google Analytics

Sapevate che su Google Analytics è possibile visualizzare in dettaglio le statistiche di ogni singola pagina del vostro sito? No? Bè, ci siamo noi 😉

La funzionalità è particolarmente utile nell’analizzare quale pagina o quali pagine del vostro sito attirano più traffico, quali hanno una frequenza di rimbalzo più bassa, quali hanno un tempo medio per visita più alto, ecc.

Ovviamente potete decidere il time frame che volete, per studiare meglio i dati mese per mese o settimana per settimana, o ad esempio per costruire un report annuale più completo.

In generale, risulta essere un ottimo strumento per analizzare come il pubblico sta reagendo ai vostri contenuti in modo più approfondito rispetto alla sola analisi generale del sito.

Come visualizzare le statistiche di singole pagine con Google Analytics

Per procedere, andate su analytics.google.com, effettuate il login ed entrate nella proprietà che vi interessa (nel caso abbiate più siti).

Nel menù a sinistra, troverete delle macrosezioni (Dashboard, Scorciatoie, Eventi Intelligence, ecc.): entrate nella sezione Comportamento, quindi in Contenuti del sito, e fate click su Tutte le pagine.

Menù comportamento di Google Analytics - Palmonts Agency

Nella schermata che si apre troverete informazioni dettagliate sulle prime 10 pagine più visitate del vostro sito. In basso a destra troverete le frecce per poter navigare di 10 in 10.

Visualizzare statistiche di singole pagine su Analytics - Palmonts Agency

In più, in alto a sinistra potete scegliere di vedere il grafico non solo per le visualizzazioni della pagina, ma anche per altre statistiche come gli accessi, la frequenza di rimbalzo, il tempo medio sulla pagina, ecc.

Classificazione Dati Pagina Analytics - Palmonts Agency

Tali statistiche sono essenziali per comprendere, ad esempio, il flusso di navigazione degli utenti, ovvero, ad esempio, chi visualizza la pagina e poi esce, quanto tempo passano sulla pagina, chi visualizza poi ulteriori sezioni del sito, e via dicendo. Comprendere tali dati è utile sia per scovare e studiare eventuali problemi che il sito possa avere, sia per poterlo ottimizzare in ottica di User Interface (per esempio, inserire articoli collegati all’argomento, alla fine della pagina, può risultare sia in un leggero miglioramento di ranking – ha quindi effetti puramente SEO – , sia in un miglior flusso degli utenti, che troveranno altri spunti legati all’argomento di loro interesse e potrebbero proseguire la lettura).

In più, potrete scegliere di confrontare il traffico, ad esempio per conoscere se il traffico organico abbia un tempo medio maggiore del traffico diretto, operazione molto utile per cercare di conoscere maggiormente le abitudini di chi visita il vostro sito. Per farlo, cliccate sul più di fianco a Tutti gli utenti e scegliete un nuovo segmento.

Questa funzione può essere utile anche per visualizzare i dati delle singole landing page a seguito di campagne AdWords: avere a disposizione dati come il tempo medio di permanenza sulla pagina, può fare la differenza tra una campagna redditizia e non, in quanto ci dà del materiale a disposizione su cui ragionare, per eventualmente aggiustare il tiro.

Segmentazione del traffico in Google Analytics - Palmonts Agency

Tutti i dati, inoltre, sono visibili anche in altre modalità: nell’immagine qui sotto ho impostato la visualizzazione come grafico:

Grafico Dati Visualizzazione Pagine Analytics - Palmonts Agency

 

Ma se volessi visualizzare tutti i dati delle singole pagine?

Per ottenere i dati di tutte le singole pagine in una singola volta (soprattutto in presenza di siti molto grossi) consigliamo, invece, scaricare un rapporto completo (andando in alto nel menù Esporta) e modificarlo in seguito utilizzando Excel o l’alternativa gratuita di Google, Fogli.

Conclusioni

Google Analytics è uno strumento estremamente potente ed efficace nel fornirci qualsivoglia statistica sui nostri siti, tuttavia richiede un periodo di apprendimento piuttosto alto per iniziarlo ad usare in maniera molto più completa.

Oggi avete scoperto un nuovo trucco 😉 continuate a seguirci per scoprirne altri!

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.