Compressor.io: il miglior tool per comprimere immagini online

Compressor.io, come comprimere le immagini - Palmonts Agency

Compressor.io: il miglior tool per comprimere immagini online

Compressor.io è un ottimo strumento online che permette di comprimere proprie immagini. Inoltre, è completamente gratuito!

Prima di vedere come funziona, cerchiamo di capire insieme perché uno strumento di compressione immagini non è solo utile, ma fondamentale.

 

A cosa serve comprimere le immagini?

Con il termine “compressione” intendiamo l’atto di ridurre il peso delle immagini. Per esempio, un’immagine di 1 mb, dopo la compressione, può arrivare a pesare anche solo 100 kb, o meno. I vantaggi quindi, sono molteplici:

  • Risparmiare spazio su disco
  • Se un’immagine è su un sito, più è leggera e più il sito caricherà velocemente
  • Se viene spedita via posta elettronica, ci metterà meno a caricare e la mail verrà spedita più velocemente

Esistono però più tipi di compressioni per le immagini, e dipendono dal tipo di algoritmo utilizzato. I due principali sono:

Algoritmo di tipo Lossy

In questo caso, le immagini vengono compresse al massimo, non tenendo in considerazione il livello qualitativo finale. Infatti, la qualità ne risente molto, dando vita a foto con pixel più evidenti (per questo si dice “immagini pixelate”). Questo algoritmo è utile a chi vuole un peso delle immagini ridotto davvero all’osso, e non è interessato alla sua qualità.

 

Algoritmo di tipo Lossless

Nel caso della compressione Lossless, la qualità dell’immagine non ne risente in particolar modo, però, chiaramente, la quantità di KB risparmiati è più bassa che con l’algoritmo Lossy.
Tuttavia, risulta sempre utili dato che, a parità (quasi) di qualità dell’immagine il peso è decisamente minore.

 

A chi può essere utile la compressione?

Praticamente a chiunque! La compressione delle immagini, salvando preziosi KB (in alcuni casi anche MB!), permette come abbiamo detto di ottenere delle immagini praticamente identiche a livello di qualità ma con un peso decisamente inferiore. Chi non vorrebbe avere una Lamborghini con gli stessi cavalli ma con metà del peso?

 

Chi non deve comprimere le immagini

Ok, non tutti necessitano di avere immagini ridotte. Potrebbero non gradire quest’operazione:

  • Fotografi (hanno necessità di salvare le foto con la qualità massima possibile, e questo non si sposa bene con un algoritmo di compressione)
  • Chiunque abbia bisogno dell’immagine originale per avere i dettagli maggiori

 

Compressor.io: il migliore tool sul mercato!

Ne abbiamo provati davvero tanti, sia online che da installare sul proprio pc o mac. Il problema di tutti i software che abbiamo testato, è che non sempre la compressione serve (a volte addirittura aumenta la dimensione dell’immagine), e non sempre sono efficienti.

Compressor.io, al contrario, è l’unico tool ad averci restituito un risultato quasi sempre coerente. Il tool è sviluppato da Stephane Lyver, un web developer francese, ed è in lingua inglese.

Il funzionamento è estremamente semplice: si clicca il pulsante Try It, si carica un’immagine (col pulsante Select File o tramite drag & drop), e una volta compressa si clicca su Download Your File per scaricare la nuova immagine.

Sono due gli algoritmi a disposizione: Lossy e Lossless. Di default, è attiva la compressione Lossless, che noi consigliamo, per mantenere una qualità quasi identica all’immagine originale.

Compressor.io riesce a comprimere fino al 90% della pesantezza dell’immagine nel migliore dei casi, quindi un miglioramento davvero significativo, soprattutto considerato che parliamo di un tool gratuito.

L’unica pecca? Non poter fare l’upload di file multipli, quindi nel caso avessimo centinaia di immagini sarà davvero complesso comprimerle tutte utilizzando questo strumento.

 

Voi l’avete provato? Quanto siete riusciti a risparmiare?

No Comments

Post a Comment

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.