Principali benefici del Web Marketing vs Marketing Tradizionale

Traditional Marketing vs Digital Marketing - Palmonts Agency

Principali benefici del Web Marketing vs Marketing Tradizionale

Un cliente vi ha chiesto perché mai dovrebbe investire nel marketing digitale (ovvero il web marketing)? La sua azienda sta ottenendo benefici grazie al marketing tradizionale (o almeno così pensa lui), e non vede il motivo di cambiare rotta entrando in una strada mai percorsa?

Oppure qualcuno vi ha chiesto quali siano effettivamente i benefici di una strategia di web marketing contro una strategia di marketing tradizionale (dove per “tradizionale” si intende una strategia che non fa uso degli strumenti del web 2.0, bensì solamente di quelli tradizionali, ovvero pubblicità offline, posta, ecc.)?

Allora questo articolo fa per voi. Cerchiamo quindi insieme di capire il reale guadagno che un’azienda può trarre dalla creazione di una strategia di web marketing:

 

Riduzione dei costi

Grazie al web, è possibile ridurre di gran lunga i propri costi legati al marketing. Basti pensare al numero inferiore di persone che sono richieste per la realizzazione di una strategia di marketing digitale contro quelle richieste da una tradizionale.

 

Aumento delle vendite

Una strategia di marketing digitale può e deve portare sicuramente ad un aumento di vendite nel tempo, oltre che, in generale, un buon ritorno sull’investimento. Grazie alle molteplici opportunità e strumenti che il web ci offre, se utilizzati e sfruttati bene questi strumenti portano effettivamente grandi benefici.

 

Migliore tracciamento delle attività e segmentazione degli utenti

L’utente che ha aggiunto un articolo nel carrello e poi è uscito dal sito, troverà banner sul web che gli ricordano il prodotto, magari con uno sconto. L’utente che ha visitato solo la pagina di un nostro prodotto ma poi è uscito visualizzerà solo quello o altri prodotti collegati. E se invece era loggato, riceverà anche un’email personalizzata solo per lui, con all’interno uno sconto. Sono solo alcuni esempi di come è possibile utilizzare gli strumenti per il tracciamento delle attività degli utenti.
Quest’ultimo porta alla personalizzazione singola degli annunci e può aumentare sensibilmente le vendite.

 

Dati e statistiche

Combinando tutti i dati raccolti, è possibile analizzarli e ottenere dei riscontri estremamente importanti per capire cosa non ha funzionato, cosa poter migliorare e in cosa gli utenti sono stati più interessati.
Ad esempio: dopo che gli utenti hanno visualizzato la homepage, che pagina visitano dopo? Quanti utenti arrivano dai social? Quanti utenti che “atterrano” sul sito escono subito?
La maggior parte di questi dati non potremmo ottenerli utilizzando solamente il marketing tradizionale.

 

Maggiore visibilità

Oggigiorno, le persone cercano online prima che nel mondo reale. Non essere presenti sul web è un suicidio commerciale, dato che si lascia ai concorrenti un vantaggio enorme.
Una strategia di web marketing vincente permette di sorpassare i competitor e ottenere quindi molta più visibilità (immaginate essere primi su Google, invece che essere in terza pagina!).
Nell’immagine qui sotto, realizzata da Chitika, vengono mostrate le percentuali del traffico della prima pagina di Google: le prime 3 posizioni, combinate, prendono più del 60% del traffico totale. Questo significa che, se 100 utenti cercassero esattamente la stessa cosa, oltre 60 di loro cliccherebbero sui primi 3 risultati, quasi tutti gli altri sui risultati rimanenti, e pochissimi andrebbero oltre la prima pagina. Ecco perché essere primi su Google conta davvero.

Traffico Prima Pagina di Google - Palmonts Agency

 

Customer Loyalty

Gli utenti si aspettano di poter comunicare con l’azienda in maniera diretta e veloce. Farli sentire importanti e unici deve tradursi in strategie per una maggiore fidelizzazione, che può attivare successivamente un processo di passaparola positivo.
Un esempio di questo tipo è l’implementazione di una chat istantanea sul proprio sito web, che permette l’utente di entrare in contatto con voi immediatamente.

 

Opportunità 2.0

Sono molteplici le opportunità che il web 2.0 offre, e che si possono sfruttare per raggiungere diversi obiettivi (come aumentare il tasso di conversione da utente a cliente, aumentare la fidelizzazione, aumentare le vendite, diminuire il tasso di rimbalzo, ecc.). Immaginate ad esempio di avere una chat istantanea sul vostro sito che si apra automaticamente mostrando un messaggio da una persona reale, attirando l’attenzione dell’utente, dopo un tot di secondi oppure dopo una particolare azione (visita di una particolare pagina, ecc.): così facendo, l’utente è incentivato a scrivervi e potrete risolvere i suoi dubbi o convertirlo in cliente con molta più facilità.

 

Automatizzazione dei processi

Il marketing automation ha solo qualche anno sulle spalle ma è entrato di prepotenza nell’alveo degli strumenti di marketing più potenti a disposizione.
Il marketing automation si occupa di automatizzare una serie di operazioni che, altrimenti, porterebbero via moltissimo tempo se fatte manualmente. Un esempio si può trovare nell’email marketing: è possibile pianificare ed automatizzare le campagne email personalizzate, per inviare la comunicazione corretta al momento giusto ed al target giusto.

 

Heat Map

Bè, questo non è proprio un beneficio, però vale la pena di citarlo, dato che è uno strumento che si può rivelare particolarmente interessante: risulta molto utile a capire cosa cliccano di più gli utenti in una pagina. Come dice la parola stessa, questo tool crea una mappa di una pagina web, segnalando i punti che l’utente clicca di più, permettendoci di capire come migliorare la pagina stessa, in ottica di conversione dell’utente. In questo caso, ad esempio, un bottone spostato da destra a sinistra può anche fare la differenza.

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.