Come aumentare il Punteggio di Qualità AdWords e spendere meno

Come aumentare il punteggio di qualità AdWords - Palmonts Agency

Come aumentare il Punteggio di Qualità AdWords e spendere meno

Sia per chi è alle prime armi, sia per chi ormai conosce AdWords come le sue tasche, il Punteggio di Qualità continua ad essere un grattacapo che, a volte, è difficile da risolvere. Vediamo insieme che cos’è il Punteggio di Qualità, come viene calcolato, e come migliorarlo per abbassare il costo per click (cpc) nelle nostre campagne.

 

Che cos’è il Punteggio di Qualità di AdWords

Il Quality Score (in italiano: Punteggio di Qualità) è una stima che Google dà alla qualità dei vostri annunci, legati alle parole chiave inserite e alle pagine di destinazione.

Facciamo un esempio banale di un punteggio di qualità sicuramente basso: create una campagna con parole chiave legate al gelato, ma i vostri annunci parlano di pizza. O ancora: gli annunci vanno bene, ma le pagina di destinazione sono riguardanti le lasagne della nonna (ok, è quasi ora di cena e mi sta venendo fame).

Come potrete immaginare, questo tipo di campagne sono di qualità molto bassa e possono anche ingannare l’utente. Dato l’estremo focus di Google sulla sua “User Experience” (ovvero l’obiettivo che l’utente ottenga sempre la soluzione ai suoi problemi, fidandosi sempre di più degli strumenti di Google), sia nei risultati in organico che in quelli a pagamento, è stato introdotto il concetto di punteggio di qualità, che entra in gioco anche nella definizione del prezzo pagato per click. Infatti, quest’ultimo è inversamente proporzionale al quality score ottenuto: nell’esempio di prima, il cpc sarebbe molto più alto rispetto a un concorrente con un punteggio di qualità più alto. Sempre che Google non vi rifiuti gli annunci ancora prima di partire!

 

Da cosa è determinato esattamente il Punteggio di Qualità e come si calcola

Sebbene Google non abbia mai divulgato (chiaramente) l’algoritmo responsabile del calcolo del quality score, possiamo comunque dire con certezza i fattori che lo determinano. Come infatti dichiara un articolo di Google stesso, esso è una stima della qualità di:

  • annunci
  • parole chiave
  • pagine di destinazione

Più questi tre elementi sono pertinenti (ovvero “allineati” tra di loro), più otterrete un cpc più basso e un posizionamento degli annunci più alto.

 

 

Come visualizzare il Quality Score in AdWords

La procedura per verificarlo è molto semplice:

  1. Entrate nella vostra campagna
  2. Selezionate il tab “Parole Chiave”
  3. Nelle colonne statistiche in basso, cercate “Punt. Qual.”. Se non vedete questa colonna, è molto probabile che la dobbiate aggiungere. Seguite questi ulteriori passaggi:
    1. Cliccate nel menù “Colonne” nella barra degli strumenti poco sopra
    2. Selezionate “Modifica Colonne”
    3. Selezionate “Attributi”
    4. Aggiungete quindi “Punt. Qual.” con l’apposita freccina
    5. Cliccate “Salva”

 

Inserimento colonna punteggio di qualità di AdWords - Palmonts Agency

 

A questo punto, potrete tenere sott’occhio il vostro valore e cercare eventualmente di migliorarlo.

Ok, ma come?

 

 

Come aumentare il Punteggio di Qualità di AdWords

Il quality score di AdWords può essere migliorato prestando attenzione a 3 semplici fattori:

  1. Come detto prima, le parole chiave, gli annunci e pagine di destinazione devono essere coerenti. Cerca quindi di inserire le parole chiave che hai scelto sia negli annunci che sul sito dove atterrerà l’utente: questo aiuterà AdWords a capire che effettivamente c’è coerenza nella strategia per la tua campagna.
  2. Cerca di scrivere annunci accattivanti: aumentando il ctr (ovvero il rapporto tra click sull’annuncio e visualizzazioni totali) Google penserà che siano effettivamente di qualità, tanto che più utenti sono attratti e ci cliccano.
  3. Riduci i tempi di caricamento della landing page al minimo possibile: i benefici saranno sia lato utente (saranno più contenti e non rischierai che usciranno dalla pagina per tempi di caricamento troppo lunghi, facendoti pagare inutilmente) sia lato Google (ovvero, più la pagina è veloce e più AdWords ti premierà con un quality score più alto).

Un ultimo appunto: non pensate che il sistema migliore sia “provare” e poi, quando i risultati non arrivano, fermare tutto. Occorre costanza: AdWords, infatti, premia i clienti che più a lungo mantengono attive le campagne, dando loro dei punteggi di qualità migliori!

 

E voi siete riusciti a migliorare il punteggio? Fatecelo sapere nei commenti! 🙂

 

No Comments

Post a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.